Bonjour , Paris.

Bonjour , Paris.

“Bonjour, Paris. Com’è emozionante viverti ogni volta come fosse la prima volta”.

Mi rivolgo così oggi a quella che nel mio cuore è la città più bella al mondo: la più affascinante, la più completa, quella che non delude mai, quella in cui andrei a vivere, quella che è sempre difficile dover salutare.

Semplicemente, PARIS.

Parigi è un po’ come la “versione in grande” della nostra Venezia: non la si finisce mai di conoscere per gli scorci e le sorprese che ci regala dietro ad ogni angolo, di giorno e di notte, con il sole e persino la pioggia.

Ho trascorso una settimana a Parigi per lavoro e, come ogni volta che mi trovo qui, ho fatto visita ad alcune fra le boutique kidswear più belle che vi siano. Per noi di MORBILLO SHOP rappresentano un’importante fonte di ispirazione a livello stilistico, di prodotto, di vetrinistica e di visual merchandising.

Venerdì , ore 9.00 : BONPOINT . Al civico 49 di Avenue Montaigne, percorrendo il lato destro della strada, giungo finalmente alla boutique del mio brand preferito. Ad attendermi, un invito per colazione per dare uno sguardo alla nuova collezione e agli allestimenti; insomma, quello che ciascuna amante dell’abbigliamento bambino sognerebbe di toccare con mano. Sto parlando di Bonpoint – la maison francese fondata nel 1975 – oggi sviluppata dalla direttrice creativa Christine Innamorato. Per questa primavera-estate Bonpoint profuma di colore e di natura, primo fra tutti il tema della “texture limoni” che spumeggia su abiti e camiciole, riempendo la vetrina fra i toni sgargianti del giallo e del verde.

Sabato , ore 14.30 : BABY DIOR . Mi ritrovo lungo Avenue Montaigne, poco più in là delle grandi griffe italiane, e mi imbatto casualmente nel nuovo concept di Baby Dior. Che ci crediate o no, mi pareva di stare a guardare “il Paese dei balocchi” descritto da Carlo Collodi nel trentesimo capitolo della sua fiaba Pinocchio. Ma invece no, mi trovavo davanti ad una vetrina, semplicemente incantata. Penso davvero di aver fatto colpo sulla signora che stava all’interno e che con garbo e cortesia mi ha aperto la porta socchiusa invitandomi ad entrare. Una magia. Baby Dior è un concetto di fashion luxury e Haute Couture improntato sull’alta qualità di tessuti e materiali, rapportati alla notorietà di un marchio di lusso che non ha nulla da invidiare ad altri. Così bello, così colorato, così cosmopolita. Così in stile Dior.

Domenica , ore 17.00 : BONTON . Non sarebbe Parigi senza un tocco di bon-ton. Ma no, non sto parlando di buone maniere, gentilezze e savoir faire. Intendo proprio la chiccheria tipicamente preferita dalle mamme parigine e italiane con un gusto spiccato per lo stile raffinato. Bonton ogni volta mi ricorda il luogo dei giochi in cui mi dirigevo ogni qual volta che entravo alla scuola dell’infanzia: tutto colorato, profumato, dal sapore della felicità. Bonton in ogni suo livello sviluppa tanti concetti legati all’infanzia, dove tutto si riduce a misura di bambino, persino tavoli e sedie in miniatura. Forti questa volta l’attenzione rivolta agli oggetti di design e ai teneri cuccioli di coniglietto in formato pupazzo, tutto nelle stesse nuance dell’abbigliamento.

Potrei stare ore ed ore a parlare di Parigi, dei suoi brand, dell’aura magica e dell’atmosfera che avvolgono questa città…magari volta per volta, vi parlerò di ognuno di essi!

AU REVOIR, PARIS.

@giuliaramon.Juliette

MRT_5285