IT’S PITTI TIME!

IT’S PITTI TIME!

Firenze, mercoledì 18 gennaio.

Si sente il freddo, ci sono pochi gradi sopra lo zero, ma sopra di noi un cielo turchese e senza nuvole fa già pensare alla primavera. Una corsa fuori dai binari di Santa Maria Novella, lasciamo i nostri bagagli all’hotel e poi…pronti, partenza, via! Percorriamo la passerella dal tappeto bianco che in pochi minuti ci condurrà alla Fortezza da Basso, per l’84esima edizione di PITTI IMMAGINE BIMBO. Quest’anno l’hashtag da usare sui social è #pittidanceoff perché la danza diventa il tema guida come espressione di sé, del proprio corpo, dell’energia di vivere e di muoversi attraverso gli abiti, quale protagonista assoluta nella sua molteplice espressione di stili e personalità. Una cosa del tipo “dimmi come balli e ti dirò chi sei”!

Ma è già ora di voltare nuovamente lo sguardo al futuro, alla ricerca di spunti per il kidswear fashion del prossimo autunno inverno. Tre giorni di intenso lavoro, divertimento ed emozione, perché come ogni volta mettiamo testa e cuore per pensare a soddisfare i gusti dei nostri clienti che ci faranno visita in negozio. Fra i grandi del mestiere ci siamo destreggiati nello scegliere qualcosa di nuovo che potesse prendere non solo gli occhi, ma anche l’anima di chi compra: tante le costanti, ma stavolta tante anche le novità!

2      4

Sempre emozionante la maglieria di Message in the bottle e Cucù Lab, adatta ai neonati e alla prima infanzia; altresì vezzosa la chiccheria della maison francese Bonton, che fra i toni del senape e del bordeaux si pone a nuovo senza mai esagerare. Abbiamo poi bussato alla porta di Anne Kurris, dove ci hanno accolto filati morbidi e maculati dalla sorprendente iniziativa; audaci invece i completi in felpa di Happiness che, se da maschio hanno mantenuto la loro identità di sempre, da femmina invece si sono spinti oltre con materiali simil pelle e texture accese. Tra i nostri affezionati clienti, Il gufo ci ha commosso con lo show presso lo storico cinema Odeon di Firenze, regalando a noi invitati emozioni e splendidi gadget. Abbiamo culminato infine nel grande regno francese di Bonpoint, che da oltre vent’anni – con le sue camicette in fantasia liberty su sfondo bianco – si è fatto largo fra noi clienti conquistando il consenso di tutti, grandi e piccini. Dieci candeline da soffiare invece per il compleanno di Douuod Kids, il brand avantgarde delle sorelle Mambelli, che al centro del loro corner hanno installato una torta a grandezza umana, per celebrare proprio il decimo anniversario del loro marchio in incredibile ascesa. Una ventata di novità infine nella casa milanese di Paolo Pecora – a cui con onore abbiamo stretto la mano di persona – che ci ha illustrato con destrezza il tratto grigio-blu del bambino formale ma spensierato. Novità per quest’anno: ha dedicato un intero spazio alla nuova capsule collection di t-shirt e sportswear.

Tre parole per descrivere questa edizione? Originalità, sperimentazione, fantasia.

E’ bello sì conservare la propria brand identity, ma ai nostri giorni – specialmente nel settore moda – trovo sia giusto sperimentare e sperimentarsi con qualcosa dal sapore nuovo e convincente, che possa dare ad un marchio freschezza e originalità. Come in un baleno anche i nostri tre giorni di lavoro sono volati. E’ ora di preparare di nuovo i bagagli, salutare Firenze e risalire in treno. Ma come diciamo sempre noi… IT’S PITTI TIME!

@giuliaramon.juliette